18 Dicembre 2023

VALORE SICURO, LA STIMA DEL PATRIMONIO

ANRA ha pubblicato un articolo di ASACERT nell’editoriale RM NEWS n. 90

 

La stima assicurativa ha un ruolo cruciale nella tutela dei beni culturali e delle opere d’arte, sia che appartengano ad enti pubblici, a organizzazioni o a privati. Alla base, il concetto che la valutazione dei beni -tangibili o intangibili- rappresenta una garanzia di tutela del patrimonio. Determinare il valore degli asset di una azienda, così come di enti o privati, rappresenta oggi un passo importante al fine di prendere decisioni informate, oltre che rappresentare una garanzia a tutela del patrimonio stesso. Sia privati, che enti pubblici possono beneficiare di valutazioni che si applicano ad asset tangibili o intangibili, come marchi, brevetti, brand, know-how e capitale umano, che contribuiscono notevolmente al valore di un’organizzazione. Un’accurata valutazione consente alle aziende di comprendere meglio l’impatto finanziario dei propri beni e di prendere decisioni strategiche informate. In generale, queste valutazioni non solo migliorano la comprensione del valore reale dell’azienda, ma aiutano anche a prendere decisioni basate su dati concreti analizzati anche sulla base del “fair value”. Si tratta di un criterio capace di esprimere il potenziale valore di un elemento patrimoniale, in maniera indipendente ed oggettiva, tenendo in considerazione sia le condizioni di mercato sia le specifiche peculiarità dell’elemento oggetto di valutazione.

Nella gestione del patrimonio aziendale, le valutazioni svolgono un ruolo cruciale, ASACERT, riconosciuta dal mercato e dalle compagnie assicurative, è specializzata in diversi tipi di valutazioni, e impiega professionisti specializzati verticalmente sulle materie di competenza, per considerare tutti i fattori che influenzano il valore di un bene, come aspetti contabili, tecnici, legali, ambientali, di mercato e geografici ecc. Tra i benefici di un corretto processo di valutazione c’è sicuramente la possibilità di prendere decisioni aziendali informate. Gli stakeholder possono utilizzare queste informazioni per pianificare investimenti, fusioni e acquisizioni, o per valutare la performance finanziaria complessiva. Inoltre, comprendere il valore reale degli asset aiuta le aziende a identificare e gestire i rischi in modo più efficace. Le valutazioni chiare e certe contribuiscono a costruire fiducia tra gli stakeholder e favoriscono la trasparenza finanziaria. L’apertura sulla situazione patrimoniale dell’azienda favorisce relazioni positive con investitori, clienti e partner commerciali. Infine, conoscere il valore effettivo degli asset consente alle aziende di ottimizzare l’utilizzo delle risorse. Questo può includere decisioni sulla dismissione di asset non performanti o sottoutilizzati.

In questo ambito, una delicata, quanto affascinante branca delle valutazioni riguarda il servizio di “Fine Arts Assessment”, che si riferisce generalmente a una valutazione dettagliata e professionale di opere d’arte o oggetti di valore artistico. Questi servizi sono essenziali per vari scopi, come la gestione di collezioni d’arte, la valutazione per scopi assicurativi, la pianificazione successoria, le transazioni commerciali o l’autenticazione di opere. Particolare impegno ha richiesto la valutazione delle opere d’arte presso i Musei Civici di Venezia (MUVE). La stima che ASACERT ha eseguito per la “Fondazione Musei Civici di Venezia”, di oltre 500 opere, ha avuto come obiettivo la determinazione del Valore di Mercato a fini assicurativi. Le stime hanno interessato opere ubicate nelle sedi di:

Palazzo Ducale, Museo Correr, Ca’ Rezzonico, Ca’ Pesaro, Museo Del Vetro, Museo di Storia Naturale Palazzo Mocenigo, Museo Fortuny.

I Musei Civici Veneziani riuniscono, dunque, i principali musei Lagunari e si propongono come monumento globale dell’identità veneziana con le sue 11 sedi, 5 biblioteche, 200.000 opere d’arte e più di 200.000 libri. Oltre 2 milioni sono i visitatori che ne apprezzano le opere ospitate e che fanno del MUVE uno dei maggiori musei italiani. Le linee guida che hanno ispirato la raccolta di opere d’arte del MUVE, composta da un patrimonio artistico di rilevante valore commerciale si è basata su di un approccio principalmente comparativo, inoltre, si è tenuto conto della qualità e frequenza dell’attività espositiva e delle notizie biografiche e critiche d’arte. È stato redatto un fascicolo analitico, in cui sono stati riportati e rappresentati i risultati del lavoro con descrizione, valore e immagine dell’opera presa in esame. Data la popolarità degli artisti e la presenza assidua e costante presso gallerie e case d’asta, ci si è basati su quotazioni che gli stessi hanno avuto in recenti transazioni. Tra gli artisti presenti Tintoretto, Canova, Klee, hanno un mercato di ampia portata; la valutazione ne ha ovviamente tenuto conto. Inoltre, una serie di altre opere “minori”, assumono un apprezzamento di valore sia per la loro stessa collocazione all’interno del MUVE, sia per la consistenza come per le collezioni presenti al Museo Correr.

Ogni attività di valutazione prescinde da uno schema di elaborazione prestabilito e viene personalizzata sulla base delle caratteristiche del singolo bene da valutare. I servizi di, valutazione e stime patrimoniali, rappresentano un fondamentale strumento per la gestione aziendale, fornendo una panoramica chiara e affidabile del valore degli asset e delle risorse di un’organizzazione. Questi servizi vanno oltre la semplice quantificazione economica; sono un mezzo essenziale per la pianificazione strategica, la gestione dei rischi e la presa di decisioni informate. Tutte le organizzazioni che, negli ultimi anni, si sono interessate attivamente al settore della gestione del rischio, introducendo all’interno dei propri sistemi di corporate governance procedure di stima, controllo e prevenzione, hanno migliorato le proprie performance economiche e reputazionali.

E, a proposito di reputazione, ASACERT, ente di Certificazione, Ispezione e Valutazione accreditato, celebra 20 anni di attività nel 2024, un traguardo importante, segno di costante impegno e serietà nei confronti del mercato affermandosi, con oltre 5000 stime all’attivo, come ente di riferimento per le maggiori compagnie assicurative. ASACERT ha visto riconfermare il Rating di Legalità dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, a conferma dell’impegno in termini di qualità, responsabilità sociale, legalità e trasparenza.

 

Di seguito il link per visionare le pagine di ANRA RM NEWS