9 Gennaio 2024

LEED VERSIONE 5: VERSO GLI OBIETTIVI PER IL CLIMA AL 2030 – 2050

NOVITÀ SUL FRONTE DI EQUITÀ, SALUTE, ECOSISTEMI E RESILIENZA.

LEED® (Leadership in Energy and Environmental Design) è lo standard più diffuso al mondo per la progettazione, la costruzione e la gestione di edifici e aree territoriali ad alta prestazione in termini di sostenibilità ambientale. Nato negli Stati Uniti nel 1993 per opera dello USGBC (United States Green Building Council) e approdato in Italia nel 2009 grazie all’impegno del Green Building Council Italia, ha allineato gli standard internazionali sia al nostro sistema normativo, sia alle caratteristiche costruttive della nostra edilizia.

LEED V5 O+M

La versione 5 del programma di certificazione degli edifici green, rappresenta un’importante pietra miliare nello sforzo di allineare l’ambiente costruito agli obiettivi dell’Accordo di Parigi sul clima per il 2030 e il 2050. Il sistema di valutazione affronta questioni cruciali come l’equità, la salute, gli ecosistemi e la resilienza. La nuova versione del sistema, lanciato alla fine del 2023, rappresenta un importante passo avanti verso un futuro a basse emissioni di carbonio ed una maggiore attenzione ad aspetti legati alla qualità della vita dei cittadini. La nuova versione ha tre obiettivi principali:

  1. Azione per il clima
  2. Qualità della vita
  3. Conservazione e ripristino ecologico

 

NOVITÀ INTRODOTTE DAL NUOVO SISTEMA LEED V5

Carbonio

  • affronta tutte le fonti significative di emissioni di carbonio negli edifici.
  • fornisce chiari passaggi per la realizzazione di edifici a bassissime emissioni di gas serra.
  • premia gli edifici esistenti che si distinguono per la loro leadership e la pianificazione per raggiungere i futuri obiettivi di decarbonizzazione degli edifici a bassissime emissioni di carbonio.
  • migliorerà l’alfabetizzazione del settore sulle emissioni di carbonio e incentiverà gli edifici esistenti a lavorare per piani a bassissime emissioni di carbonio e a emissioni zero.

 

Salute

  • include un credito per la valutazione e la verifica continua della qualità dell’aria interna misurabile, compresi gli indicatori per la gestione del rischio di infezione.
  • si concentra sull’equità nelle operazioni di pulizia e sulla tutela del personale addetto.
  • resilienza
  • riconosce che l’adattamento è fondamentale e premia la preparazione operativa agli eventi estremi.
  • consente ai progetti di comprendere chi si trova nell’edificio e di soddisfare le esigenze degli occupanti con un approccio incentrato sulla salute, compresa l’identificazione degli obiettivi di resilienza sanitaria.

 

Equità

  • chiede ai team di comprendere e affrontare l’impatto sociale di un progetto.
  • promuove l’equità, l’accesso e l’empowerment economico attraverso progetti di energia rinnovabile in loco, il trasferimento della proprietà e i diritti energetici per le comunità meno servite e in prima linea.

 

Italia e Protocollo LEED®

Il nostro Paese si posiziona al secondo posto tra i paesi europei per edifici certificati secondo lo standard LEED®, dopo la Spagna, ma è al momento il Paese che presenta la maggior crescita percentuale, a dimostrazione della domanda sempre crescente di edifici green certificati secondo i protocolli LEED®. Altro dato significativo per il nostro Paese, indicatore dell’attenzione e della professionalizzazione degli operatori del mondo green applicato all’edilizia, è quello relativo ai LEED AP o LEED Green Associate italiani. Sono, infatti, più di 400 i professionisti italiani del settore.

ASACERT per LEED®

Con riferimento al protocollo LEED®, ivi incluse le declinazioni LEED Campus e LEED Transit, in conformità agli standard statunitensi, ASACERT è in grado di offrire i seguenti servizi:

  • PRE-ASSESSMENT
  • PRE-CERTIFICAZIONE LEED®
  • LEED® AP
  • LEED® MANAGEMENT – AFFIANCAMENTO E SUPPORTO
  • REGISTRAZIONE DEL PROGETTO
  • LEED® COMMISSIONING