5 Febbraio 2024

ISO 30415

L’inclusione genera innovazione, creatività e aumento della produttività

La ISO 30415:2021 – Human Resource Management Diversity and Inclusion-  è una linea guida che risponde all’attenzione dell’opinione pubblica e delle organizzazioni ai temi della Diversità e dell’Inclusione (D&I). Queste due parole contengono un concetto imprescindibile per tutte le organizzazioni che operano oggi sui mercati: l’importanza di dare valore alle persone, pur nelle loro diversità e specificità, creando un ambiente di lavoro veramente inclusivo. Riconoscere e ottimizzare pratiche per la D&I può essere cruciale per tutte le organizzazioni che cercano di accrescere l’innovazione e migliorare la loro resilienza, sostenibilità e reputazione. Pubblicata a maggio 2021 da ISO (International Organization of Standardization), la norma ISO 30415:2021 ha stabilito linee guida per i processi tipici di gestione delle Risorse Umane, che possono essere orientati alla valorizzazione delle diversità: pianificazione della forza lavoro, remunerazione, assunzione, inserimento, apprendimento e sviluppo, adottando un approccio Bottom Up che favorisce iniziative D&I da parte di tutti i dipendenti. In questo contesto infatti, gli stakeholder, sia interni che esterni all’organizzazione rivestono un ruolo fondamentale nella promozione della diversità e inclusione.

La UNI ISO 30415 si propone, infatti, di favorire un cambiamento interno alle organizzazioni, guidandole sia nella definizione di obiettivi strategici maggiormente sostenibili sul piano sociale, sia nella costruzione di un rapporto diverso con i propri portatori di interesse.

Secondo il World Economic Forum, nelle imprese che sono riuscite a instaurare un clima di parità e inclusione, gli utili sono superiori alla media (tra il +25 e il +35%), vi è un più alto tasso di innovazione (+20%) e una migliore capacità di gestire i processi decisionali che si traduce in un +30% della capacità di individuare e ridurre i rischi aziendali. Inoltre, l’inclusione delle diversità comporta un aumento degli stimoli culturali e della cultura d’impresa in genere, aumentandone, anche in questo caso, la redditività.

La nuova UNI ISO 30415 può essere adattata alle esigenze di tutti i tipi di organizzazioni operanti in settori diversi, siano esse organizzazioni pubbliche, private, governative o non governative (ONG), indipendentemente dalle dimensioni, dal tipo, dall’attività, dal comparto industriale, dalla fase di crescita, dalle influenze esterne e dai requisiti specifici del paese. In alcuni bandi, la ISO 30415 è stata prevista come elemento premiante, in grado di fare la differenza verso i competitors che ne sono sprovvisti.

 

ISO 30415 E PdR 125

La ISO 30415 è una linea guida ed, in quanto tale, da luogo ad una attestazione, dopo adeguata verifica da parte di un ente terzo, come ASACERT, che potrà rilasciare un’apposita dichiarazione sul grado di maturità dell’Organizzazione in merito alle tematiche D&I. La ISO 30415 offre spunti di più ampio respiro sul tema della diversità ed inclusione, considerando aspetti come l’età, la provenienza, le differenti abilità; la UNI PDR 125 risponde più precisamente all’esigenza di mitigare le differenze e le disparità ed integrare nei processi organizzativi le politiche per la riduzione delle differenze basate sul genere, dando luogo ad una certificazione vera e propria. La prima, dunque, ha carattere di più ampia portata, la seconda più incentrata sulla parità di genere.

Solo a seguito del superamento di una verifica imparziale e indipendente, come quella che ASACERT offre, sarà possibile ottenere la certificazione, che costituisce l’evidenza per tutte le parti interessate dell’adeguata ed efficace implementazione di prassi e politiche di inclusione di una o più diversità nell’impresa. Il mantenimento della certificazione segue un processo costante, attraverso verifiche periodiche comprensivi anche di un monitoraggio dei comportamenti dell’impresa certificata sul mercato.